ArtCentrica

Lo specchio e il suo significato simbolico nella Storia dell’Arte

High school / University

Lo specchio, un elemento ricorrente dal Rinascimento al Post-Impressionismo

Uno dei tanti aspetti peculiari del mondo dell’arte, ricorrente con il susseguirsi delle epoche storiche, è quello di attribuire significati allegorici a specifici elementi. Spesso questi possono acquisire nuovi significati per varie ragioni, come il cambiamento delle credenze religiose, della politica e della società.
Diventa quindi estremamente interessante indagare come certi artisti, nelle loro opere, li rappresentino e soprattutto cosa vogliano trasmettere allo spettatore attraverso di essi.

Tuttavia, le opere d’arte non sono sempre facilmente accessibili, ad esempio per motivi legati alla distanza. Grazie ad ArtCentrica queste possono essere fruite in un unico spazio virtuale, che consente uno studio approfondito. Attraverso connessioni immediate, ricostruire lo sviluppo del linguaggio pittorico nel corso della storia non sarà più un ostacolo.

E a proposito di significati simbolici, scopriamo cos’è lo “Specchio”, un oggetto particolarmente sfruttato dagli artisti di tutto il mondo; non solo per creare autoritratti, ma anche per trasmettere un messaggio preciso.

Dal latino “speculum” (“osservare”), lo specchio permette di vedere la propria immagine riflessa; si riferisce alla visione del proprio aspetto esteriore e allo stesso tempo alla conoscenza interiore. Nel corso della storia è stato rappresentato come allegoria della vanità e dell’orgoglio, come simbolo di prudenza e conoscenza o di inganno.

Sono tre le opere esaminate che hanno come protagonista questo oggetto emblematico:
La Prudenza, Piero del Pollaiolo; Maddalena penitente, Georges de la Tour e Donna davanti allo specchio, Henri de Toulouse-Lautrec.

pollaiolo

Prudenza, Piero del Pollaiolo (1470)

Gallerie degli Uffizi

Nel dipinto Prudenza di Piero del Pollaiolo, lo specchio è associato all’omonima virtù, raffigurata nelle vesti di una giovane donna. Insieme, tiene in mano un serpente.
Qui lo specchio è simbolo dell’intelligenza usata contro le avversità (il serpente), poiché incarna la virtù che richiede la conoscenza di se stessi; condizione essenziale per determinare le proprie azioni. Conoscersi significa, infatti, conoscere i propri limiti e le proprie possibilità.

Ingrandendo l’opera, si nota anche che la donna non è ritratta nell’atto di guardarsi, ma mentre indica lo specchio. Questo è un invito allo spettatore a guardare la verità delle cose in esso contenute.

Opere d'arte ad alta risoluzione su ArtCentrica:

Maddalena Penitente, Georges de la Tour (1640)

MET (The Metropolitan Museum of Art, New York)

Georges de La Tour ritrae Maria Maddalena in una stanza poco illuminata. La donna è seduta su un mobile basso dove è collocato uno specchio, al quale guarda. Tuttavia, questo non riflette il suo volto, perso nel vuoto, ma la luce della candela di fronte a lei che si sta consumando.
La fiamma ripetuta sottolinea la luce divina e lo specchio a significare la comprensione del messaggio.

PenitentMagdalene

Fun fact:

Nel film Disney La sirenetta, una delle Maddalene di Georges De La Tour appare tra gli oggetti della civiltà umana che Ariel conserva gelosamente nella sua grotta.
Come la santa, la giovane sirena in quel momento riflette sulle scelte della propria vita. Come uno specchio, si vede in quel quadro, prima di prendere la decisione che la cambierà per sempre.

Opere d'arte ad alta risoluzione su ArtCentrica:

Henridetoulouselautrec
Henridetoulouselautrec2

Donna davanti allo specchio, Henri de Toulouse-Lautrec (1897)

MET (The Metropolitan Museum of Art, New York)

Disincantata e amara è la tela di Toulouse-Lautrec.
La protagonista è una prostituta non più giovanissima e un po’ appesantita dalla professione.
La donna si mette nuda davanti allo specchio, riconoscendo i primi segni di un corpo abusato, facendo silenziosamente l’inventario della sua vita. 

Per un breve periodo, tra Otto e Novecento, lo specchio torna a essere un oggetto carico di significati allusivi; alternativamente strumento di conoscenza o metafora di inganno.
Luogo privilegiato di indagine interiore o fonte di violenti turbamenti, anche di natura erotica.

Opere d'arte ad alta risoluzione su ArtCentrica:​